di Augusto Cassandro

Domenica 21 aprile alle ore 18, al Teatro Politeama di Napoli, la Sicilia Classica Festival, sotto la direzione artistica del tenore M° Nuccio Anselmo, è stata presentata “La Traviata”, opera lirica in tre atti di Giuseppe Verdi, su libretto di Francesco Maria Piave. Ottima l’acustica del Politeama che ha vibrato bene sotto le note di un cast magistrale. Numerosi gli applausi a scena aperta per gli artisti sul palco. Entusiasmo e apprezzamento per: “ Il Brindisi “, “Dei miei bollenti spiriti” eseguito da Alfredo Germont interpretato da Rosolino Claudio Cardile, che ha sostituito Francesco Castoro, e “Di Provenza il mare il suol” eseguito da Giorgio Germont, al secolo Giovanni Palminteri.

Molto buona è stata l’interpretazione di Maria Francesca Mazzara, che ha sostituito, per momentanea indisposizione, il soprano internazionale Desirée Rancatore nel ruolo di Violetta, sopratutto in “ Follie! Sempre libera “ e poi in “ Gran Dio! Morir sì giovane”. Ottima anche la direzione del Maestro Francesco Di Mauro, che ha guidato l’Orchestra Filarmonica Pugliese e il Coro Lirico di Lecce, entrambi distintisi per la loro presenza scenica e vocale. Molto apprezzata la performance di Luciano Montanaro, che ha sostituito Angelo Michele Mazza nel ruolo del Dottor Grenvil. La scenografia, a cura della stessa organizzazione, è stata essenziale, composta da diapositive retroproiettate sul fondale. Nel secondo atto, come abbellimento scenico, spicca un trio di statue viventi rappresentanti il gruppo scultoreo delle Grazie di Canova. Molto suggestivo anche nella coreografia e impeccabile nel canto è stato il coro delle zingarelle e matador. Eccellenti le performance del soprano Maria Mellace nel ruolo di Annina e del mezzosoprano Gabriella Aleo nel ruolo di Flora Bervoix. Regia di Lorenzo Lenzi. Alla fine dello spettacolo, il Maestro Nuccio Anselmo ha annunciato un prossimo appuntamento per il 28 maggio al Teatro Augusteo, con la presenza del soprano Desirée Rancatore e Johan Boding per Barcellona Opera rock, uno spettacolo ispirato al celebre album che fonde il rock con il mondo dell’opera lirica, proprio come fecero audacemente nel lontano 1988 i compianti Freddie Mercury e il celebre soprano catalano Montserrat Caballé. Gli spettatori presenti sono stati invitati dallo stesso direttore a esibire il tagliando d’acquisto de La Traviata al botteghino dell’Augusteo, ottenendo così uno sconto del 20% sull’acquisto del biglietto. Non resta che incontrarci a maggio all’Augusteo per godere di un altro magnifico spettacolo.