Comunicato stampa

Dal 18 aprile all’8 maggio libri, librerie, autori e autrici per promuovere la cultura come antidoto per una democrazia sempre più a rischio
Tra le tante voci del programma di incontri alla Feltrinelli Piazza Martiri: Rosario Esposito La Rossa, Valentina Calderone, Marica Fantauzzi
Accende la riflessione la nuova creatività della campagna “Leggere insegna a leggere”, che pone al centro l’urgenza di un Addio alle armi
Napoli, 18 aprile 2024 – In un mondo sempre più polarizzato e dominato da un’economia di guerra che genera paura e sgomento, la democrazia è colpita, indebolita, alla ricerca di forme di resistenza.
Dal 18 aprile all’8 maggio Feltrinelli presenta “Democrazia a rischio”, una rassegna di incontri, letture e iniziative aperte a tutti per promuovere la cultura come antidoto ai rischi della democrazia, nel nome di un’eredità troppo importante per essere dispersa e nella convinzione che le sole armi che meritano di essere impugnate siano la cultura, il dialogo e il pensiero critico.
A guidare la rassegna è il nuovo messaggio della campagna di comunicazione Feltrinelli “Leggere insegna a leggere”, che guarda alla lettura come strumento di analisi e comprensione della realtà. In uno scenario campeggiato dalle macerie della guerra, “Addio alle armi” di Ernest Hemingway si staglia come un manifesto, uno sprone a trovare forme pacifiche di risoluzione dei conflitti.
Si apre da qui un confronto che unisce molte città italiane, snodandosi in una serie di appuntamenti che coinvolgono anche la Feltrinelli Piazza Martiri a Napoli.
Venerdì 19 aprile alle ore 18, il talk “Legalità e Resistenza. Torniamo alla nostra Costituzione!”, un incontro tematico che ci ricorda una dura verità: non è vero che il fascismo non c’è più, non è vero che il fascismo è stato consegnato alla Storia. Ne parlano Rosario Esposito La Rossa, La Costituzione spiegata ai giovani fascisti (Marotta & Cafiero) e Agostino Margillo, Presidente ANPI provinciale di Caserta. Modera Giovanni Salomone, direttore editoriale di Garrincha edizioni. Previste musiche degli Star Academy Music e letture della Scuola di recitazione “La Scugnizzeria”.
Mercoledì 24 aprile alle 18, un secondo talk dal titolo “Che cos’è il carcere?” Come si vive al suo interno e come parlarne in modo concreto, senza paure, ideologismi e false retoriche? Valentina Calderone, Garante dei detenuti di Roma, e Marica Fantauzzi, A Buon Diritto, dialogano con Gaia Tessitore, avvocata penalista e Antigone Campania e Emma Ferulano, associazioni Chi rom e… chi no e Napoli MONiTOR in occasione dell’uscita del loro libro Il carcere è un mondo di carta (Momo edizioni).
Ad arricchire il confronto è anche una proposta bibliografica, composta da oltre cinquanta titoli che mettono la democrazia al centro della riflessione: da “Democrazia afascista” di Gabriele Pedullà e Nadia Urbinati (Feltrinelli) a “Il fascismo eterno” di Umberto Eco (La Nave di Teseo); da “Imparare democrazia” di Gustavo Zagrebelsky (Einaudi) a “Il ritorno degli imperi. Come la guerra in Ucraina ha stravolto l’ordine globale” di Maurizio Molinari (Rizzoli).